Informativa

Questo sito e/o gli strumenti di terze parti incluse in esso, utilizzano i cookie con finalità illustrate nella cookie policy. Accettando i cookie con il pulsante qui sotto, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.


Piripicchio e Pistacchio

C’era una volta...

C’era una volta una coppia di clown, Piripicchio e il prof. Pistacchio, che erano stufi dei pubblici composti e silenziosi. Un clown vuole divertirsi, che se ne fa di uno spettatore “normale”, distaccato e seduto sulla punta della sedia? Un clown vuole giocare!

Un giorno, Piricchio e il prof., armati di sorrisi e nasi rossi, si misero alla ricerca di qualcuno che avesse voglia di giocare. Cammin cammina, arrivarono ad Arischia, un paese dove tutti abitavano in grandi tende. Da quando un terremoto aveva colpito la regione, non era più possibile abitare le case di pietra e mattoni. Molti bambini lì erano tristi, ma proprio loro avevano tanta voglia di giocare! Piripicchio e Pistacchio decisero di fermarsi lì per un po’, quei bambini sì che non sarebbero rimasti seduti sulla punta della sedia a guardare!

Il campo di Arischia

Piripicchio e il prof. Pistacchio sono due clown interpretati da due allieve del Master in Counseling della sezione ASPIC de L’Aquila. Annalaura e Flavia, le due allieve, hanno organizzato un laboratorio rivolto ai bambini del campo di Arischia, in Abruzzo. Il campo di Arischia è una delle tendopoli che ospitano le vittime del terremoto del 6 aprile e in cui ASPIC sta realizzando un intervento psicosociale in emergenza.

Il laboratorio di Piripicchio e Pistacchio

In questo contesto, le due allieve di ASPIC L’Aquila hanno realizzato un laboratorio rivolto ai bambini, in cui i clown Piripicchio e Pistacchio facilitano la conoscenza, il dialogo e la condivisione delle emozioni tra tutti i bambini.

Il laboratorio è stato un importante momento per l’elaborazione dell’evento traumatico, per i bambini, e un’importante espressione della resilienza delle colleghe de L’Aquila, che si sono impegnate mettendo in gioco la loro professionalità ed il loro tempo.

Licenza Creative Commons
Questa opera è distribuita con licenza Creative Commons.

Commenti

Non ci sono commenti

Nessun commento a questa pagina.

Inserisci tu il primo commento usando il form qui sotto.


Aggiungi commento

Legenda Privacy

Copia il codice riportato nell'immagine.


Centro di Ascolto e Orientamento