Informativa

Questo sito e/o gli strumenti di terze parti incluse in esso, utilizzano i cookie con finalità illustrate nella cookie policy. Accettando i cookie con il pulsante qui sotto, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.


Si parla di...

 

Intercultura e interreligione

Sul forum ASPICommunity si parla di intercultura, interreligione e Counselling Interculturale.

Serena

La discussione è stata lanciata da Serena, che ha scritto:

"Sempre più spesso si parla di tensioni dovute alla presenza di immigrati nel nostro territorio.

La recente decisione della corte europea, che ha stabilito che la presenza dei crocefissi nelle aule scolastiche è "una violazione della libertà di religione degli alunni", così come il recente referendum in Svizzera che propone di vietare la costruzione di nuovi minareti o le tante notizie di reati compiuti da stranieri ci rimanda alle tensioni interculturali e interreligiose. 

Oggi tuttavia, l’interconnessione di culture e religioni è un dato di fatto. Questa metamorfosi è in atto e comporta mutamenti sociali e trasformazioni culturali.  

In Italia, secondo voi, c’è possibilità di integrazione o invece si ha paura dell’altro da noi, che è più semplice allontanare che conoscere?"

Anna

Anna ha risposto mettendo in luce il ruolo dei mass media:

"Ciao a tutti, indubbiamente negli ultimi anni la presenza degli immigrati in Italia è aumentata, e credo che molto si faccia per ostacolare questo fenomeno.

A partire dal tipo di notizie che vengono date, che dipingono gli stranieri quasi unicamente come nemici.

Prendiamo ad esempio il tema degli stupri. I telegiornali ne parlano quasi esclusivamente quando avvengono ad opera di stranieri, senza dire che però, il numero più alto di violenze è quello che avviene nelle mura domestiche.

Ritengo quindi che molto dipende dal clima che creiamo e cerchiamo di mantenere, dipingendo gli stranieri come pericolosi. Indubbiamente la convivenza non è cosa facile, e questi cambiamenti hanno bisogno di tempo, ma molto si potrebbe fare per rendere questi mutamenti meno difficili."

Luca

Luca, infine, ha sottolineato il potenziale ruolo del Counselling nei processi di integrazione.

"A tal proposito mi viene in mente che i Counselor hanno un potente strumento dalla loro parte e che possono dare il loro supporto e agevolare l'inserimento e l'integrazione degli stranieri grazie al Counseling Interculturale. Credo che questo tipo di supporto faciliterebbe molto il difficile processo che le persone che decidono o si trovano costretti a migrare devono affrontare.

Mi piacerebbe molto sapere se tra i Counselor che frequentano il forum c'è qualcuno che si occupa di Counseling interculturale."

Forum ASPICommunity

L'integrazione, in Italia, è possibile? Quanto e perché si teme l'Altro? Che ruolo possono avere i Counsellor e gli Psicologi in questo processo?

Discutine sul forum ASPICommunity.

Licenza Creative Commons
Questa opera è distribuita con licenza Creative Commons.

Commenti

Non ci sono commenti

Nessun commento a questa pagina.

Inserisci tu il primo commento usando il form qui sotto.


Aggiungi commento

Legenda Privacy

Copia il codice riportato nell'immagine.


Counseling e coaching per psicologi