Informativa

Questo sito e/o gli strumenti di terze parti incluse in esso, utilizzano i cookie con finalità illustrate nella cookie policy. Accettando i cookie con il pulsante qui sotto, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.


Istruzioni per l'uso

 

È online la recensione dell’articolo Competency in integrative psychotherapy: perspectives on training and supervision di Boswell, Nelson, Nordberg, McAleavey e Castonguay (2010).

L’articolo evidenzia gli elementi principali della psicoterapia integrata, specificando come questa possa essere appresa durante la formazione e la supervisione clinica. L’approccio proposto dagli autori  è  basato sull'integrazione assimilativa e sui fattori comuni. Essi cercano innanzitutto di identificare i fattori terapeutici comuni e i principi di cambiamento trasversali ai vari approcci. Partendo poi da un orientamento principale di riferimento, assimilano tecniche di altri orientamenti (Castonguay, Reid, Halperin, & Goldfried, 2003; Messer, 2001).

Le componenti essenziali della "competenza integrata"

Secondo gli autori la competenza principale del terapeuta ad approccio integrato riguarda la comprensione del cambiamento all'interno e all'esterno della propria cornice di riferimento primaria, unita alla conoscenza di un vasto repertorio clinico. Un terapeuta ad approccio integrato competente è consapevole del processo di cambiamento che sta facilitando e delle caratteristiche del cliente che influenzano la scelta delle tecniche da utilizzare.

Anche la capacità di stabilire una buona alleanza terapeutica è un elemento fondamentale, vista l'importanza riconosciuta a questo fattore dai vari orientamenti teorici e dalla ricerca scientifica. Secondo gli autori l'alleanza non va semplicemente promossa, ma anche costantemente valutata. Un terapeuta deve saper riconoscere e fronteggiare le inevitabili rotture della relazione, utilizzando i contributi sul tema apportati dai diversi approcci.

Infine, secondo gli autori, è importante che un terapeuta ad approccio integrato sappia formulare una diagnosi, concettualizzare il caso clinico e pianificare il trattamento all'interno di un approccio multidimensionale. L'attenzione del terapeuta non deve fermarsi al sintomo, bensì deve rivolgersi a tutto ciò che può essere funzionale alla buona riuscita del trattamento.

Il processo di supervisione in psicoterapia integrata

Da una prospettiva integrata, una supervisione competente include sia l'abilità che il desiderio di richiedere e fornire prospettive multiple (Norcross & Halgin, 2005). Il metodo promosso da Boswell, Nelson, Nordberg, McAleavey e Castonguay invita i colleghi in supervisione a formulare il caso partendo da un singolo approccio, per poi integrare le tecniche di altri approcci. In questo modo è possibile superare le limitazioni dell'orientamento di riferimento. Le tecniche da integrare vanno scelte con cura, basandosi sulle informazioni ottenute dalla ricerca empirica e dall'osservazione clinica.

Leggi la recensione per saperne di più.

Cosa desideri fare?

Licenza Creative Commons
Questa opera è distribuita con licenza Creative Commons.

Commenti

Non ci sono commenti

Nessun commento a questa pagina.

Inserisci tu il primo commento usando il form qui sotto.


Aggiungi commento

Legenda Privacy

Copia il codice riportato nell'immagine.


Centro di Ascolto e Orientamento