Informativa

Questo sito e/o gli strumenti di terze parti incluse in esso, utilizzano i cookie con finalità illustrate nella cookie policy. Accettando i cookie con il pulsante qui sotto, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.


Concordia: protocollo di intesa

La Scuola di Specializzazione in Psicologia Clinica di Comunità e Psicoterapia Umanistica Integrata ASPIC ha aderito al protocollo d'intesa stipulato tra la Costa Crociere s.p.a. e l'Ordine degli Psicologi del Lazio. La Costa Crociere ha richiesto all'Ordine di stringere un accordo per la valutazione psicoterapeutica degli ospiti, dei membri, dell’equipaggio e dei famigliari delle vittime e dei dispersi coinvolti nell’incidente della Costa Concordia.

Il protocollo di intesa

L'ASPIC ha aderito alla richiesta di adesione avanzata dall'Ordine alle diverse Scuole di Specializzazione in Psicoterapia. L'Ordine è stato autorizzato ad inviare a Costa Crociere S.p.A. l’elenco dei professionisti della Scuola di Psicoterapia ASPIC già fornito in occasione della Convenzione siglata con il Ministero degli Affari Esteri per assistere i cittadini italiani che sono stati coinvolti in situazioni di crisi all’estero o i familiari di italiani vittime di rapimenti, attentati o disastri naturali all’estero [leggi per ulteriori informazioni].

Costa Crociere fornirà pertanto agli ospiti, ai membri dell’equipaggio ed ai familiari delle vittime e dei dispersi della Concordia che ne faranno richiesta, i nominativi degli psicoterapeuti indicati nell’elenco della Convenzione a seconda della loro dislocazione sul territorio.

L'evento catastrofico e il lavoro dello psicoterapeuta

«Benché la durata di un evento catastrofico possa essere molto breve, i suoi effetti sugli esseri viventi e sull’ambiente circostante sono di tale portata da lasciare segni indelebili, dolorosi e sconvolgenti. I traumi subiti dagli individui coinvolti in una situazione disastrosa, l’intensità degli eventi vissuti e la repentinità dei cambiamenti (esterni ed interni) generano una situazione complessa, in cui si intrecciano numerose variabili (psicologiche, sociali, culturali, politiche ed economiche) e che occorre affrontare con interventi tempestivi, efficaci, costanti, estesi, a breve, medio e lungo termine» (Giammaria e Bruè, 2010).

In questo contesto si colloca il lavoro dello psicoterapeuta che opera con le vittime di traumi ed emergenze, concentrandosi a più livelli sulla prevenzione, valutazione e riabilitazione degli effetti psicologi del trauma, accrescendo l’empowerment, la resilienza, la capacità di elaborazione e le abilità di coping della persona.

Licenza Creative Commons
Questa opera è distribuita con licenza Creative Commons.

Commenti

Non ci sono commenti

Nessun commento a questa pagina.

Inserisci tu il primo commento usando il form qui sotto.


Aggiungi commento

Legenda Privacy

Copia il codice riportato nell'immagine.


Counseling e coaching per psicologi