Informativa

Questo sito e/o gli strumenti di terze parti incluse in esso, utilizzano i cookie con finalità illustrate nella cookie policy. Accettando i cookie con il pulsante qui sotto, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.


Pagare e farsi pagare: le novità

Le norme che regolano i pagamenti e i movimenti di denaro sono in continuo mutamento. Si tratta di regole che il professionista deve sempre conoscere ed eseguire correttamente per non incorrere in sanzioni per sé o per il proprio cliente. Di seguito una panoramica delle novità che riguardano le modalità di pagamento in contanti, pagamento tramite assegni e gestione dei libretti di deposito.

Contanti

È vietato il trasferimento di denaro contante effettuato a qualsiasi titolo tra soggetti diversi,  se  il valore oggetto di trasferimento è complessivamente pari o superiore a € 1.000,00.

È vietato, inoltre, il trasferimento quando effettuato con più pagamenti inferiori alla soglia  di € 1.000,00  che appaiono artificiosamente frazionati. Il frazionamento in più importi inferiori al limite è ammesso nel caso in cui lo stesso sia previsto dalla prassi commerciale o da accordi contrattuali.

Assegni bancari

Gli assegni per importi pari o superiori a € 1.000,00 devono recare l’indicazione del nome o della ragione sociale del beneficiario e la clausola di non trasferibilità.

Si può richiedere per iscritto, al proprio Istituto Bancario,  il rilascio di moduli in forma libera (senza clausola di non trasferibilità) solo per importi inferiori a € 1.000,00, pagando per ciascun modulo a titolo di imposta sul bollo, la somma di € 1,50.

Inoltre, gli assegni bancari e postali emessi all’ordine del traente (“a me medesimo” o “a me stesso”), qualunque sia l’importo, non possono circolare, poiché devono essere  girati unicamente per l’incasso a una Banca o a Poste Italiane S.p.A.

I libretti di deposito bancari o postali al portatore

Il saldo non può essere pari o superiore a € 1.000,00; quelli  con saldo pari o superiore a € 1.000,00 devono essere estinti ovvero il loro saldo deve essere ridotto a un importo inferiore a € 1.000,00 entro il 31.03.2012.

Vai alla sezione professionisti per saperne di più.

Rubrica fiscale curata da

Daniela Campovecchi, commercialista e mediatore civile e familiare
Via Carlo Mirabello, 19 - 00195 ROMA 
Tel. +39 06.37352097 - +39 06.3723388
Cell. +39 339.2979241
Fax +39 06.37515486
E-mail daniela.campovecchi@gmail.com

Licenza Creative Commons
Questa opera è distribuita con licenza Creative Commons.

Commenti

Non ci sono commenti

Nessun commento a questa pagina.

Inserisci tu il primo commento usando il form qui sotto.


Aggiungi commento

Legenda Privacy

Copia il codice riportato nell'immagine.


Centro di Ascolto e Orientamento