Informativa

Questo sito e/o gli strumenti di terze parti incluse in esso, utilizzano i cookie con finalità illustrate nella cookie policy. Accettando i cookie con il pulsante qui sotto, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.


La Mindfulness

La pratica della Mindfulness consente di osservare con lucidità le mutevoli condizioni della propria mente.

L’esperienza di autoconsapevolezza del pensiero, delle emozioni e del comportamento, favorisce la comprensione di modalità relazionali diversificate.

Le strategie tecniche della Minfulness si ispirano alla metateoria della Psicosalutogenesi e la metodologia operativa promuove l’autoregolazione organismica della soggettività percepita del mondo interiore e contestuale.

Inoltre la Mindfulness focalizza l’attenzione sulle risorse e la funzione autoriflessiva valorizzando le potenzialità creative dei soggetti.

Il cambiamento generato riduce l’ansia disadattiva e stimola le abilità all’autosostegno per una naturale gestione delle situazioni di stress.

Scarica il volantino.

La mindfulness per gli psicoterapeuti

Sheryle May e Analise O'Donovan (2007) hanno condotto uno studio, in Australia, sulla relazione tra consapevolezza (mindfulness), benessere, burnout e soddisfazione lavorativa negli psicoterapeuti.

Dai risultati è emerso che alti livelli di consapevolezza correlavano positivamente con la soddisfazione nella vita e con quella lavorativa, con le emozioni positive e la percezione di ottenere buoni risultati personali, mentre correlavano negativamente con le emozioni negative, l'esaurimento emotivo e la depersonalizzazione tipiche del burnout.

Come può la mindfulness aiutare gli psicoterapeuti?

Il lavoro di psicoterapeuta richiede il confronto continuo con gli altri e con le loro emozioni, la consapevolezza, quindi, può incrementare il benessere grazie all'attenzione continua al presente "interno" ed "esterno" (Kaban-Zinn, 1990). Quando le forti emozioni vengono accettate con consapevolezza, se ne rende evidente la loro natura transitoria: l'emozione forte passerà, con un po' di tempo. Inoltre, l'attenzione al presente interrompe le ruminazioni sul passato e le ansie per il futuro (Brown e Ryan, 2003). La consapevolezza può aiutare i terapeuti ad essere più presenti nelle relazioni coi loro clienti, a focalizzare l'attenzione sul qui ed ora e a comprendere ed elaborare con più cura le proprie emozioni, favorendone l'esplorazione.

Più alti livelli di consapevolezza, più bassi livelli di burnout

La consapevolezza correla negativamente con il burnout. Probabilmente la capacità di riconoscere quando si è emotivamente esausti e sovraccarichi di lavoro, permette di comprendere prima il proprio disagio e quindi facilita la messa in atto di comportamenti adatti alla situazione.

Leggi la recensione dell’articolo per saperne di più.

Licenza Creative Commons
Questa opera è distribuita con licenza Creative Commons.

Commenti

Simone Ha scritto 27 Maggio 2012 alle ore 17:26:16

Dove, come, quando e con chi?


Aggiungi commento

Legenda Privacy

Copia il codice riportato nell'immagine.


Counseling e coaching per psicologi