Campobasso: scambio formativo

Campobasso: scambio formativo tra Vigili del fuoco, Associazione "Camelot Him" e ASPIC Emergenza 

17-18 Novembre 2017 – Campobasso

campobasso autoprotezione emotiva in ambiente acquaticoVenerdì pomeriggio e sabato mattina si è tenuto uno scambio formativo tra i Vigili del Fuoco del Comando di Campobasso, i Volontari di Protezione Civile dell’Associazione Camelot HIM di Roma e il Nucleo di Supporto Psicosociale (NSPS) ASPIC Emergenza

Uno scambio umano e professionale

autoprotezione emotiva aspic emergenzaQuesto incontro ha avuto molteplici risvolti, sul piano umano e professionale.

Per chi è nel mondo del soccorso sa che non sempre i rapporti tra i diversi attori sono sereni e scevri da conflitti, dunque questo momento di conoscenza reciproca ha un valore particolare per le future collaborazioni e per contribuire alla possibilità che negli scenari di emergenza ci sia il giusto atteggiamento di cooperazione e coordinamento.

AuToProtezione in Ambiente Aquatico e DPI di Autoprotezione Emotiva

campobasso lezione aula aspic emergenzaI Vigili del Fuoco hanno erogato una formazione base di AuToProtezione in Ambiente Aquatico ai Volontari Camelot, in contemporanea Andrea Bonano, Referene del NSPS ASPIC Emergenza - Camelot HIM, ha incontrato un gruppo di VVF (Capi Squadra e Vigili) che hanno aderito su base volontaria per un corso di 8 ore dal titolo “DPI di Autoprotezione Emotiva”.

Il titolo scelto per questo modulo formativo utilizza la terminologia del soccorso, per agganciarsi rapidamente a concetti con cui i Vigili del Fuoco hanno familiarità, e introdurre un ambito che invece può essere inconsueto per chi si occupa di soccorso tecnico urgente, quello delle emozioni, del loro riconoscimento e gestione.

La finalità di questo incontro è stata offrire uno spazio di riflessione su di sé e sul proprio contesto lavorativo, attraverso la lente delle reazioni emotive. Ciascuno di noi fa continuamente esperienza delle modalità di risposta agli eventi che accadono, solitamente ci limitiamo a vivere le situazioni, raramente ci soffermiamo con lo scopo di comprendere ciò che stiamo vivendo.

Attraverso l’esposizione delle teorie su come gli esseri umani in generale, e i soccorritori in particolare, reagiscono a situazioni estreme, che definiamo “eventi critici” è stato possibile avviare un confronto e una condivisione di episodi, esperienze e riflessioni su le modalità per proteggersi dagli eventi traumatici, e prevenire lo sviluppo di situazioni di disagio cronicizzate.

Pubblicato il 22/11/2017 alle ore 10:38

Commenti

Nessun commento presente.

Aggiungi commento

centro d'ascolto aspic

Centro di Ascolto Psicologico (C.A.P.) a distanza

Il Centro di Ascolto Psicologico (C.A.P.) effettua incontri a distanza per garantire il servizio di consulenza psicologica anche in questo difficile momento di emergenza. Il servizio è gratuitamente offerto ai soci Aspic Psicologia.

Pubblicato il 20 marzo 2020 alle ore 15:26 da redazione Archiviato in: Iniziative ASPIC
locandina ridotta

Psicologia di Comunità e Covid-19: verso una giustizia ambientale? - Il Webinar di Donata Francescato

Dopo il coronavirus non possiamo tornare alla vecchia normalità che ha prodotto inquinamento, vulnerabilità e oppressione.Dunque, che cosa possiamo fare? E tu, cosa sei dispostro a fare? 

Pubblicato il 05 giugno 2020 alle ore 17:48 da redazione Archiviato in: Attualità
locandina terra ferita

L'Aquila 10 anni dopo: gli interventi della Tavola Rotonda

Ad un anno dall'evento, "L'Aquila 10 anni dopo - Da Terra Ferita a Terra Generatrice", condividiamo i video degli interventi realizzati durante la Tavola Rotonda.

Pubblicato il 24 maggio 2020 alle ore 12:09 da florinda [email protected] Archiviato in: Attualità, Iniziative ASPIC

Aspic Psicologia © Associazione Aspic Psicologia Responsabile: Florinda Barbuto. - Partita IVA 97873710582. Privacy Policy e cookie.
Made with oZone iQ

Informativa

Questo sito e/o gli strumenti di terze parti incluse in esso, utilizzano i cookie con finalità illustrate nella cookie policy. Accettando i cookie con il pulsante qui sotto acconsenti all’uso dei cookie.