Le parole che nutrono

gruppo ama disturbi alimentariASPIC PSICOLOGIA vanta una ricca rete di professionisti, associazioni ed enti con cui collabora per offrire a chiunque ne abbia bisogno un ampio ventaglio di risorse per affrontare le proprie difficoltà e per accrescere il proprio benessere psicofisico.

Una di queste è il gruppo di auto mutuo aiuto "Le parole che nutrono", dedicato a persone con disturbi del comportamento alimentare promosso dall'Associazione Riconoscere.

Le parole che nutrono

Gli obiettivi di questo gruppo di auto mutuo aiuto sono:

  • far incontrare persone unite da uno stesso problema;
  • creare un clima gruppale supportivo, in cui, come facilitatori e facilitatrici, ci impegniamo a sottolineare la risorsa e non la problematica;
  • la crescita della fiducia nelle singole capacità, intrinseche a qualsiasi individuo, di far fronte ai propri problemi esistenziali grazie all'ascolto attivo e diretto e all'empatia;
  • il generale miglioramento delle capacità relazionali, un miglioramento che influisca positivamente non solo nell'ambito della problematica di partenza, bensì in tutte le aree della propria vita;
  • la possibilità di trarre beneficio dal racconto dell'altro/a: ognuno/a è libero di esprimere il proprio disagio, così come di raccontare le proprie strategie;
  • l'acquisizione di informazioni;
  • la creazione di un clima di sostegno e supporto;
  • permettere gradualmente, ai componenti del gruppo, di riconoscere ed esprimere le proprie emozioni.

Questi obiettivi sono perseguiti all’interno di un clima non giudicante, teso all’ascolto e al sostegno.

Già a partire dai primissimi incontri, il gruppo concorderà alcune linee guida a cui riferirsi: l'assenza di giudizio, il rispetto, la solidarietà, la reciprocità verso obbiettivi comuni quali il cambiamento possibile, la fiducia, l’umanità e, più in generale, un atteggiamento finalizzato a soluzionare piuttosto che problematizzare.

destinatari del progetto sono le persone direttamente interessate al problema dei disturbi alimentari, persone che condividono il disagio poiché lo vivono quotidianamente sulla propria pelle.

Il gruppo sarà frequentato da un minimo di 6/7 a un massimo di 12 partecipanti.

A facilitare il gruppo ci saranno tre volontarie dell'Associazione Riconoscere: Alessandra Amitrano, Isotta Morasca e Rosaria Sicilia.

Saranno presenti tutte e tre sin dal primo incontro.

Il gruppo s’incontrerà con cadenza settimanale, ogni lunedì dalle ore 14.30 alle 16, all'interno di una spaziosa e luminosa sala gentilmente offerta dall’Associazione Asinitas, in via Policastro 45.

Per partecipare al gruppo, è necessario contattare l’Associazione Riconoscere al numero telefonico 349.5705062.

L’Associazione Riconoscere Onlus Volontariato

L'Associazione Riconoscere, organizzazione di volontariato, crea e gestisce gruppi di auto mutuo aiuto per il disagio mentale, sulla base delle difficoltà quotidiane che le persone vivono, aldilà della patologia che c'è dietro.

Ha scelto di attivare i gruppi sia sul territorio, in base ai bisogni delle persone, sia all’interno dei servizi preposti alle cure.

La metodologia dell’auto mutuo aiuto è raccomandata dall’O.M.S., quale “nuovo modello di assistenza sociale e sanitaria, che non sostituisce un’eventuale terapia ma ne è un valido complemento, finalizzato a favorire un più veloce e completo recupero clinico e un valido supporto alle strutture sanitarie che si occupano di Salute Mentale”.

I gruppi sono facilitati da volontarie e volontari formati secondo un percorso di formazione continua esterno (a Trento) e interno, inerente le tematiche dell’auto mutuo aiuto e della salute mentale.

I volontari sono per la maggior parte professionisti della relazione d’aiuto e svolgono il servizio di volontariato con un approccio alla pari rispetto alle persone con disagio, mettendo al centro la persona e le sue risorse.

Pubblicato il 31/03/2018 alle ore 17:02

Non ci sono tag

Condividi

Commenti

Nessun commento presente.

Aggiungi commento

rivista integrazione immagine

Rivista Integrazione nelle Psicoterapie numero 9 - 2019

E' stato pubblicato l'ultimo numero della rivista "Integrazione nelle Psicoterapie", dedicato ai Cittadini di Genova dal Nucleo NSPS Aspic Emergenza, progettato e realizzato con il contributo dei soci AspicARSA e Aspic Psicologia.

Pubblicato il 01 marzo 2019 alle ore 09:42 da florinda [email protected] Archiviato in: Aspicpsicologia.org, Iniziative ASPIC, Ricerca scientifica
al-anon-7aprile2019

7 Aprile 2019: Seminario aperto di Al-Anon

L'Associazione Gruppi Familiari Al-Anon - Area Lazio Campania invita tutti a partecipare al seminario aperto che si terrà il 7 Aprile 2019 dalle 9.30 alle 17.00: Capire... se stessi, i genitori e gli altri. Conoscenza, cambiamento e rinascita.

Pubblicato il 26 febbraio 2019 alle ore 15:03 da florinda [email protected] Archiviato in: Attualità
Overeaters_Anonymous

Riunione aperta: Accettare la Malattia senza provare vergogna

Condividiamo l'invito a partecipare alla Riunione Aperta dal titolo “Accettare la Malattia senza provare vergogna” promossa da Overeaters Anonymous A.P.S.(OA) che si terrà il 17 Marzo 2019 a Roma presso la Chiesa Santa Maria Goretti – Via Tripolitania 143.

Pubblicato il 26 febbraio 2019 alle ore 14:49 da florinda [email protected] Archiviato in: Attualità

Aspic Psicologia © Associazione Aspic Psicologia Responsabile: Florinda Barbuto. - Partita IVA 97873710582. Privacy Policy e cookie.
Made with oZone iQ

Informativa

Questo sito e/o gli strumenti di terze parti incluse in esso, utilizzano i cookie con finalità illustrate nella cookie policy. Accettando i cookie con il pulsante qui sotto acconsenti all’uso dei cookie.