Abruzzo

Sono più di 235 i morti del terribile terremoto che ha colpito l’Abruzzo e rimane ancora incerto il numero dei feriti e degli sfollati. Mentre i soccorsi sono all’opera e continuano le scosse, si comincia a parlare di sostegno, aiuto e ricostruzione.

Comunicazioni dall’Ordine

L’Ordine Nazionale degli Psicologi ha comunicato che gli psicologi italiani, in particolare quelli esperti in psicologia dell’emergenza, si sono subito mobilitati per organizzare i soccorsi alle popolazioni colpite dal terremoto.

Intervento tempestivo

Già lunedì, il portale Adnkronos riferiva una dichiarazione di Antonio Zuliani secondo cui alcuni psicologi della Croce Rossa erano già attivi dalle 7 della mattina. Sembra siano giunti nelle zone del sisma da diverse zone del Centro Italia e sarebbero stati successivamente raggiunti da altri professionisti per fornire supporto psicologico alla popolazione.

Gestire le situazioni drammatiche

Colpiti durante la notte da una terribile scossa sismica, ci si ritrova, nella migliore delle ipotesi, catapultati in strada senza niente. Alcuni sono feriti, alcuni hanno perso parenti e amici, alcuni la casa, altri il negozio, la macchina, tutto.

La paura, il dolore e lo shock sono le reazioni emotive di questi gravi fatti. L’intervento psicologico tempestivo è essenziale perché l’ansia e l’incertezza non raggiungano apici non più gestibili. Perché gli avvenimenti possano essere elaborati, sono necessari interventi mirati di professionisti preparati.

Psicologi volontari

L’Ordine lancia un appello agli psicologi italiani che siamo lieti di diffondere. Gli psicologi che volessero dare la loro disponibilità per eventuali interventi volontari, possono telefonare al Consiglio Nazionale al numero 06.44292351 o al numero 340.5129401. Va indicato il proprio nominativo, il recapito telefonico e il tipo di disponibilità offerta.

Cautela nel diffondere le immagini

L’Ordine degli Psicologi raccomanda di usare la massima cautela nella diffusione delle immagini, foto o video, delle scene dei disastri e delle persone coinvolte. Tali immagini possono contribuire a causare ulteriori traumi, oltre che invadere l’intimità e il dolore degli altri.

Pubblicato il 08/04/2009 alle ore 00:00

Condividi

Commenti

Nessun commento presente.

Aggiungi commento

L'Aquila 10 anni dopo

In occasione del 10° anno del terremoto che ha colpito l'Aquila LAspic, dal 31 maggio al 2 giugno 2019, organizza una tavola rotonda e un corso sull'emergenza 

Pubblicato il 24 maggio 2019 alle ore 18:42 da redazione Archiviato in: Iniziative ASPIC

L'Aspic all'Expò del sociale 2019

Vieni a trovarci all'Expò del Sociale a Roma, sabato 18 maggio, presso le sale della sede del Municipio VIII, un modo per conoscerci e conoscere il mondo del sociale presente nella nostra città.

Pubblicato il 15 maggio 2019 alle ore 17:55 da redazione Archiviato in: Iniziative ASPIC
Corso DSM-5 Aspic Psicologia Napoli - Avellino

Il DSM-5: il 22 giugno a Napoli

Riserva il tuo posto al corso  "DSM-5: nuove classificazioni e diagnosi" che si terrà il 22 giugno 2019 presso la sede Aspic di Napoli - Avellino

Pubblicato il 14 maggio 2019 alle ore 16:57 da redazione Archiviato in: Sezioni Territoriali

Aspic Psicologia © Associazione Aspic Psicologia Responsabile: Florinda Barbuto. - Partita IVA 97873710582. Privacy Policy e cookie.
Made with oZone iQ

Informativa

Questo sito e/o gli strumenti di terze parti incluse in esso, utilizzano i cookie con finalità illustrate nella cookie policy. Accettando i cookie con il pulsante qui sotto acconsenti all’uso dei cookie.