Abruzzo

Sono più di 235 i morti del terribile terremoto che ha colpito l’Abruzzo e rimane ancora incerto il numero dei feriti e degli sfollati. Mentre i soccorsi sono all’opera e continuano le scosse, si comincia a parlare di sostegno, aiuto e ricostruzione.

Comunicazioni dall’Ordine

L’Ordine Nazionale degli Psicologi ha comunicato che gli psicologi italiani, in particolare quelli esperti in psicologia dell’emergenza, si sono subito mobilitati per organizzare i soccorsi alle popolazioni colpite dal terremoto.

Intervento tempestivo

Già lunedì, il portale Adnkronos riferiva una dichiarazione di Antonio Zuliani secondo cui alcuni psicologi della Croce Rossa erano già attivi dalle 7 della mattina. Sembra siano giunti nelle zone del sisma da diverse zone del Centro Italia e sarebbero stati successivamente raggiunti da altri professionisti per fornire supporto psicologico alla popolazione.

Gestire le situazioni drammatiche

Colpiti durante la notte da una terribile scossa sismica, ci si ritrova, nella migliore delle ipotesi, catapultati in strada senza niente. Alcuni sono feriti, alcuni hanno perso parenti e amici, alcuni la casa, altri il negozio, la macchina, tutto.

La paura, il dolore e lo shock sono le reazioni emotive di questi gravi fatti. L’intervento psicologico tempestivo è essenziale perché l’ansia e l’incertezza non raggiungano apici non più gestibili. Perché gli avvenimenti possano essere elaborati, sono necessari interventi mirati di professionisti preparati.

Psicologi volontari

L’Ordine lancia un appello agli psicologi italiani che siamo lieti di diffondere. Gli psicologi che volessero dare la loro disponibilità per eventuali interventi volontari, possono telefonare al Consiglio Nazionale al numero 06.44292351 o al numero 340.5129401. Va indicato il proprio nominativo, il recapito telefonico e il tipo di disponibilità offerta.

Cautela nel diffondere le immagini

L’Ordine degli Psicologi raccomanda di usare la massima cautela nella diffusione delle immagini, foto o video, delle scene dei disastri e delle persone coinvolte. Tali immagini possono contribuire a causare ulteriori traumi, oltre che invadere l’intimità e il dolore degli altri.

Pubblicato il 08/04/2009 alle ore 00:00

Condividi

Commenti

Nessun commento presente.

Aggiungi commento

rivista integrazione immagine

Rivista Integrazione nelle Psicoterapie numero 9 - 2019

E' stato pubblicato l'ultimo numero della rivista "Integrazione nelle Psicoterapie", dedicato ai Cittadini di Genova dal Nucleo NSPS Aspic Emergenza, progettato e realizzato con il contributo dei soci AspicARSA e Aspic Psicologia.

Pubblicato il 01 marzo 2019 alle ore 09:42 da florinda [email protected] Archiviato in: Aspicpsicologia.org, Iniziative ASPIC, Ricerca scientifica
al-anon-7aprile2019

7 Aprile 2019: Seminario aperto di Al-Anon

L'Associazione Gruppi Familiari Al-Anon - Area Lazio Campania invita tutti a partecipare al seminario aperto che si terrà il 7 Aprile 2019 dalle 9.30 alle 17.00: Capire... se stessi, i genitori e gli altri. Conoscenza, cambiamento e rinascita.

Pubblicato il 26 febbraio 2019 alle ore 15:03 da florinda [email protected] Archiviato in: Attualità
Overeaters_Anonymous

Riunione aperta: Accettare la Malattia senza provare vergogna

Condividiamo l'invito a partecipare alla Riunione Aperta dal titolo “Accettare la Malattia senza provare vergogna” promossa da Overeaters Anonymous A.P.S.(OA) che si terrà il 17 Marzo 2019 a Roma presso la Chiesa Santa Maria Goretti – Via Tripolitania 143.

Pubblicato il 26 febbraio 2019 alle ore 14:49 da florinda [email protected] Archiviato in: Attualità

Aspic Psicologia © Associazione Aspic Psicologia Responsabile: Florinda Barbuto. - Partita IVA 97873710582. Privacy Policy e cookie.
Made with oZone iQ

Informativa

Questo sito e/o gli strumenti di terze parti incluse in esso, utilizzano i cookie con finalità illustrate nella cookie policy. Accettando i cookie con il pulsante qui sotto acconsenti all’uso dei cookie.