Concordia: protocollo di intesa

La Scuola di Specializzazione in Psicologia Clinica di Comunità e Psicoterapia Umanistica Integrata ASPIC ha aderito al protocollo d'intesa stipulato tra la Costa Crociere s.p.a. e l'Ordine degli Psicologi del Lazio. La Costa Crociere ha richiesto all'Ordine di stringere un accordo per la valutazione psicoterapeutica degli ospiti, dei membri, dell’equipaggio e dei famigliari delle vittime e dei dispersi coinvolti nell’incidente della Costa Concordia.

Il protocollo di intesa

L'ASPIC ha aderito alla richiesta di adesione avanzata dall'Ordine alle diverse Scuole di Specializzazione in Psicoterapia. L'Ordine è stato autorizzato ad inviare a Costa Crociere S.p.A. l’elenco dei professionisti della Scuola di Psicoterapia ASPIC già fornito in occasione della Convenzione siglata con il Ministero degli Affari Esteri per assistere i cittadini italiani che sono stati coinvolti in situazioni di crisi all’estero o i familiari di italiani vittime di rapimenti, attentati o disastri naturali all’estero [leggi per ulteriori informazioni].

Costa Crociere fornirà pertanto agli ospiti, ai membri dell’equipaggio ed ai familiari delle vittime e dei dispersi della Concordia che ne faranno richiesta, i nominativi degli psicoterapeuti indicati nell’elenco della Convenzione a seconda della loro dislocazione sul territorio.

L'evento catastrofico e il lavoro dello psicoterapeuta

«Benché la durata di un evento catastrofico possa essere molto breve, i suoi effetti sugli esseri viventi e sull’ambiente circostante sono di tale portata da lasciare segni indelebili, dolorosi e sconvolgenti. I traumi subiti dagli individui coinvolti in una situazione disastrosa, l’intensità degli eventi vissuti e la repentinità dei cambiamenti (esterni ed interni) generano una situazione complessa, in cui si intrecciano numerose variabili (psicologiche, sociali, culturali, politiche ed economiche) e che occorre affrontare con interventi tempestivi, efficaci, costanti, estesi, a breve, medio e lungo termine» (Giammaria e Bruè, 2010).

In questo contesto si colloca il lavoro dello psicoterapeuta che opera con le vittime di traumi ed emergenze, concentrandosi a più livelli sulla prevenzione, valutazione e riabilitazione degli effetti psicologi del trauma, accrescendo l’empowerment, la resilienza, la capacità di elaborazione e le abilità di coping della persona.

Pubblicato il 09/02/2012 alle ore 09:00

Commenti

Nessun commento presente.

Aggiungi commento

NumeroASCOLTO_3202333616

"Insieme ci siamo" - Sostegno emotivo per affrontare l'emergenza COVID 19

Il servizio gratuito è rivolto a tutte le persone, cittadini, operatori sanitari, soccorritori, che vogliono essere sostenute e aiutate ad affrontare le difficoltà legate al diffondersi del COVID-19.

Pubblicato il 16 marzo 2020 alle ore 17:32 da florinda [email protected] Archiviato in: Attualità, Iniziative ASPIC
centro d'ascolto aspic

Centro di Ascolto Psicologico (C.A.P.) a distanza

Il Centro di Ascolto Psicologico (C.A.P.) effettua incontri a distanza per garantire il servizio di consulenza psicologica anche in questo difficile momento di emergenza. Il servizio è gratuitamente offerto ai soci Aspic Psicologia.

Pubblicato il 20 marzo 2020 alle ore 15:26 da redazione Archiviato in: Iniziative ASPIC
ritaglio articolo quotidiano ciciotti

La vita dopo il Covid-19

Valeria Ciciotti, nostra socia e volontaria di Aspic Emergenza, nonchè operatrice del Centro di Ascolto Psicologico (C.A.P.) a distanza, ci aiuta a ragionare su cosa accadrà una volta terminata l'epidemia di Corona Virus. Quali i possibili risvolti positivi e quali saranno invece le paure che porteremo con noi fuori dall'emergenza.

Pubblicato il 05 aprile 2020 alle ore 15:39 da redazione Archiviato in: Attualità

Aspic Psicologia © Associazione Aspic Psicologia Responsabile: Florinda Barbuto. - Partita IVA 97873710582. Privacy Policy e cookie.
Made with oZone iQ

Informativa

Questo sito e/o gli strumenti di terze parti incluse in esso, utilizzano i cookie con finalità illustrate nella cookie policy. Accettando i cookie con il pulsante qui sotto acconsenti all’uso dei cookie.