Gruppi esperienziali

I gruppi esperienziali sono ormai una consuetudine nella formazione al counselling e alla psicoterapia (Lennie, 2007). Lo scopo di questi gruppi è quello di promuovere la crescita personale e l'auto-consapevolezza degli allievi (Roach & Young, 2007).

Contemporaneamente, la letteratura scientifica offre poche informazioni sui processi che guidano la crescita personale e l'aumento della consapevolezza che si verificano grazie alla partecipazione ai gruppi esperienziali (Donati & Watts, 2000; Lennie, 2007). Melissa Luke e John Kiweewa (2010), della Syracuse University, hanno deciso di colmare questa lacuna in un recente articolo, di cui vi proponiamo una recensione nella sezione Articoli Internazionali. Gli autori hanno utilizzato un approccio qualitativo per esaminare i processi attraverso i quali gli allievi dei master in counseling sviluppano crescita personale e consapevolezza all'interno di un gruppo esperienziale.

I fattori significativi per la crescita personale e la consapevolezza

Luke e Kiweewa hanno identificato 30 fattori ritenuti significativi dai partecipanti per lo sviluppo della loro consapevolezza e della loro crescita personale. I fattori sono stati ricondotti a quattro diversi livelli del lavoro di gruppo:

  • il livello intra-personale;
  • il gruppo come unità;
  • il livello interpersonale;
  • il "sovra-gruppo".

L'interconnessione sistemica tra le parti è stata identificata dagli autori come la condizione principale per lo sviluppo della consapevolezza e per la crescita personale. Si tratta della capacità di sentirsi nel gruppo, di pensare il gruppo e ciò che vi accade, di leggerne i movimenti e di leggere i comportamenti del singolo come persona e in funzione del sistema in cui è inserito.

Entrare in relazione

Lo studio di Luke e Kiweewa ha il merito di confermare e sostenere l'utilità di prevedere dei gruppi esperienziali nella formazione al counselling e alla psicoterapia, affinché gli allievi possano raggiungere l'auto-consapevolezza e la maturazione necessaria alla pratica professionale.

La relazione interpersonale si è qualificata come elemento cardine per la connessione tra livello individuale e intra-personale e livello del gruppo come insieme. I partecipanti hanno spesso utilizzato l'esperienza interpersonale per dare un significato all'interconnessione sistemica tra i membri e tra i diversi livelli della partecipazione gruppo. Hanno, cioè, discusso spesso come le loro interazioni con i membri del gruppo hanno creato un ponte tra la loro esperienza individuale e quella del gruppo in sé.

Leggi la recensione per saperne di più.

Pubblicato il 29/03/2011 alle ore 09:00

Commenti

Nessun commento presente.

Aggiungi commento

centro d'ascolto aspic

Centro di Ascolto Psicologico (C.A.P.) a distanza

Il Centro di Ascolto Psicologico (C.A.P.) effettua incontri a distanza per garantire il servizio di consulenza psicologica anche in questo difficile momento di emergenza. Il servizio è gratuitamente offerto ai soci Aspic Psicologia.

Pubblicato il 20 marzo 2020 alle ore 15:26 da redazione Archiviato in: Iniziative ASPIC
locandina terra ferita

L'Aquila 10 anni dopo: gli interventi della Tavola Rotonda

Ad un anno dall'evento, "L'Aquila 10 anni dopo - Da Terra Ferita a Terra Generatrice", condividiamo i video degli interventi realizzati durante la Tavola Rotonda.

Pubblicato il 24 maggio 2020 alle ore 12:09 da florinda [email protected] Archiviato in: Attualità, Iniziative ASPIC
pisanu

E' la resilienza l'arma per trovare l'equilibrio interiore

Ilario Pisanu, socio Aspic Psicologia e operatore del Centro di Ascolto Psicologico (C.A.P.) a distanza, offre consigli su come affrontare la fase 2, in un interessante articolo apparso su Metro

Pubblicato il 31 maggio 2020 alle ore 08:52 da redazione Archiviato in: Attualità

Aspic Psicologia © Associazione Aspic Psicologia Responsabile: Florinda Barbuto. - Partita IVA 97873710582. Privacy Policy e cookie.
Made with oZone iQ

Informativa

Questo sito e/o gli strumenti di terze parti incluse in esso, utilizzano i cookie con finalità illustrate nella cookie policy. Accettando i cookie con il pulsante qui sotto acconsenti all’uso dei cookie.