Halloween

 

Halloween è il nome della festa che si celebra la sera del 31 ottobre. Si tratta di una festa di origine pre-cristiana, le cui origini vengono fatte risalire alla tradizione celtica. I Celti, infatti, festeggiavano la fine dell'estate e l’inizio dell’inverno con Samhain, il loro capodanno. Su questa celebrazione si innestato il moderno Halloween, il cui nome deriva da "All Hallows Eve", che vuole dire "vigilia di tutti i santi". Per la tradizione cristiana, infatti, il 1° novembre è la festa di Ognissanti.

Nei paesi anglosassoni

Nell’attuale tradizione anglosassone, in particolare in quella statunitense, Halloween è soprattutto una festa dedicata ai bambini. È usanza il travestirsi con maschere che richiamo l’idea della morte e del magico, come quelle di scheletri, zombie, vampiri e streghe, per poi bussare alle porte dei vicini e intonare il noto “trick or treat?” (dolcetto o scherzetto?).

In Italia

La festa di Halloween si sta gradualmente diffondendo anche in Italia, dove ha attirato l’attenzione di bambini e ragazzi. Sempre più spesso il 31 ottobre si incontrano bambini travestiti in cerca di dolci, mentre per i ragazzi sono sempre più frequenti feste a tema in pub, discoteche e locali.

L’interesse degli psicologi

La valenza simbolica di Halloween nei paesi anglosassoni e in Italia, dove la festa si è appena trapiantata, è probabilmente molto diversa. Eppure la festa è riuscita ad intrufolarsi nel bagaglio culturale delle nuove generazioni, lasciando intendere che riesca ad esercitare un certo fascino.

Secondo Gratton (2008), il rituale di mettersi una maschera e di diventare qualcun altro (riconducibile alla nostra tradizione carnevalesca) è qualcosa di profondamente radicato nella società occidentale, non solo come mezzo di intrattenimento, ma anche come mezzo di fuga dallo stress, dalle responsabilità e dall’invadenza della tecnologia.

Secondo Foster (in Lica, 2003) Halloween è un'occasione per vestirsi come la persona che si vorrebbe essere o, al contrario, come qualcuno che si detesta e quindi si vorrebbe prendere in giro.

Mascherarsi, però, non è solo un modo per fuggire, emulare o schernire. Quando si sceglie un costume, si realizza una fantasia. Le nostre scelte riguardo al costume parlano di noi. Si cerca di mostrare agli altri una parte del proprio sé e probabilmente si sceglie una parte di sé che normalmente è poco visibile.  

E tu, festeggerai Halloween? Partecipa all'Halloween Contest dell'ASPICommunity.

Pubblicato il 29/10/2009 alle ore 07:00

Condividi

Commenti

Nessun commento presente.

Aggiungi commento

aspic per gli psicologi

Aspic per gli Psicologi

Corso di Counseling e Coaching per Psicologi e Testi di sviluppo professionale per la Clinica delle Relazioni d'aiuto.

Pubblicato il 07 gennaio 2020 alle ore 13:59 da florinda [email protected] Archiviato in: Corsi, Iniziative ASPIC, Professionisti, Ricerca scientifica
lgbt

Incontro LGBT+

A Roma, un gruppo per ricevere: un momento per te dove sentirti accettato e ascoltato; la libertà di condividere ciò che più ti sta a cuore; uno spazio dove fare luce sulle tue risorse interne ed esterne; spunti dall'ascolto e dallo scambio con gli altri; una nuova prospettiva su ciò che ti succede dentro.

Pubblicato il 23 dicembre 2019 alle ore 12:00 da florinda [email protected] Archiviato in: Iniziative ASPIC

Raccontarsi per valorizzarsi

Incontri per persone dai 60 anni in su: ogni persona ha una storia unica e irripetibile; poterla raccontare le permette di ritrovare il valore che ha dentro di sé. Prenotati per il primo appuntamento che si terrà il 20 gennaio 2020.

Pubblicato il 22 dicembre 2019 alle ore 20:44 da florinda [email protected] Archiviato in: Iniziative ASPIC

Aspic Psicologia © Associazione Aspic Psicologia Responsabile: Florinda Barbuto. - Partita IVA 97873710582. Privacy Policy e cookie.
Made with oZone iQ

Informativa

Questo sito e/o gli strumenti di terze parti incluse in esso, utilizzano i cookie con finalità illustrate nella cookie policy. Accettando i cookie con il pulsante qui sotto acconsenti all’uso dei cookie.