L’evoluzione della scuola di psicologia

aspic repubblica 2017

Il corso di specializzazione è unico in Italia, e la didattica integra lezioni frontali e sessioni di terapia individuale

Fin dalla sua fondazione, avvenuta nel 1988 grazie a Edoardo Giusti e Claudia Montanari, l’Aspic (Associazione per lo Sviluppo Psicologico dell’Individuo e della Comunità) è protagonista del panorama formativo italiano inerente alla psicologia, alla psicoterapia e al counseling. Oggi l’Aspic conta 38 sedi territoriali sparse per il territorio, che organizzano iniziative formative sia per professionisti che per il grande pubblico, e che ruotano intorno alla sede centrale di Roma. Proprio a Roma ha sede anche la Scuola di Specializzazione di Psicoterapia, che dal 1994 costituisce un percorso quadriennale in psicologia clinica di comunità e psicoterapia umanistica integrata, unico nel panorama italiano.

Il percorso formativo

La specializzazione è rivolta a psicologi, psicoterapeuti e medici con particolare inte- resse per l’ambito sociale: la formazione si compone di dieci weekend all’anno, a Roma, dedicati alla terapia di gruppo, e di una te- rapia individuale che invece può essere condotta nelle sedi locali di Aspic. Un percorso completo che, a detta del prof. Giusti, trova la sua forza proprio nella scelta di partire dal discente e dalla sua terapia personale: solo se lo psicoterapeuta si mette nei panni del paziente, infatti, potrà esercitare al meglio la sua professione. Ma ciò che rende questa Scuola di Specializzazione davvero unica è la metodologia didattica, che, pluralistica, trasversale e polivalente, risponde a profili di alta professionalità sinergica e alla complessità dell’utenza potenziale. Come si traduce, questo, in pratica? In una didattica che insegna al professionista a padroneggiare diversi strumenti e tecniche operative per intervenire sia a livello individuale che in piccoli gruppi, organizzazioni e comunità. La scuola di specializzazione, infatti, prepara alla pratica privata, ma anche ad operare nel mondo della scuola, nelle imprese e nelle strutture sanitarie, per poter svolgere funzioni di promozione della salute, prevenzione del disagio, cura e riabilitazione. Grazie a questa offerta didattica ad ampio spettro, che offre un bagaglio di competenze immediatamente spendibile nel mondo del lavoro, sono molti e di differente provenienza gli studenti che ogni anno fanno domanda per entrare nella Scuola di Specializzazione di Aspic. Il numero di studenti ammessi, però, è limitato a venti, per dare la possibilità ai docenti di valorizzare al meglio le attitudini personali di ciascuno.

Il servizio complementare

Fra i tanti servizi formativi offerti da Aspic, uno dei più apprezzati è il corso gratuito di preparazione all’Esame di Stato per psicologi: i docenti Aspic sono a disposizione per un supporto concreto allo studio. Il valore aggiunto? La possibilità di condivisione delle esperienze con i colleghi in classe.

Scarica la pagina completa su Repubblica.

Pubblicato il 13/09/2017 alle ore 14:06

Non ci sono tag

Commenti

Nessun commento presente.

Aggiungi commento

"Insieme ci siamo" - Sostegno emotivo per affrontare l'emergenza COVID 19

Il servizio gratuito è rivolto a tutte le persone, cittadini, operatori sanitari, soccorritori, che vogliono essere sostenute e aiutate ad affrontare le difficoltà legate al diffondersi del COVID-19.

Pubblicato il 16 marzo 2020 alle ore 17:32 da florinda [email protected] Archiviato in: Attualità, Iniziative ASPIC
centro d'ascolto aspic

Centro di Ascolto Psicologico (C.A.P.) a distanza

Il Centro di Ascolto Psicologico (C.A.P.) effettua incontri a distanza per garantire il servizio di consulenza psicologica anche in questo difficile momento di emergenza. Il servizio è gratuitamente offerto ai soci Aspic Psicologia.

Pubblicato il 20 marzo 2020 alle ore 15:26 da redazione Archiviato in: Iniziative ASPIC
ritaglio articolo quotidiano ciciotti

La vita dopo il Covid-19

Valeria Ciciotti, nostra socia e volontaria di Aspic Emergenza, nonchè operatrice del Centro di Ascolto Psicologico (C.A.P.) a distanza, ci aiuta a ragionare su cosa accadrà una volta terminata l'epidemia di Corona Virus. Quali i possibili risvolti positivi e quali saranno invece le paure che porteremo con noi fuori dall'emergenza.

Pubblicato il 05 aprile 2020 alle ore 15:39 da redazione Archiviato in: Attualità

Aspic Psicologia © Associazione Aspic Psicologia Responsabile: Florinda Barbuto. - Partita IVA 97873710582. Privacy Policy e cookie.
Made with oZone iQ

Informativa

Questo sito e/o gli strumenti di terze parti incluse in esso, utilizzano i cookie con finalità illustrate nella cookie policy. Accettando i cookie con il pulsante qui sotto acconsenti all’uso dei cookie.