Trattare l'infedeltà

È online la recensione dell’articolo Treating infidelty: an integrative approach di Fife, Weeks e Gambescia. Gli autori propongono un approccio integrato al trattamento dell’infedeltà, che comprende elementi individuali, relazionali e familiari.

L’infedeltà

La maggior parte delle relazioni sono caratterizzate da un accordo, più o meno esplicito, riguardo all'intimità, inclusa la fedeltà sessuale ed emotiva. L'infedeltà è una violazione di questo accordo: l'intimità viene condivisa con altri senza il consenso del proprio partner.

Il modello intersistemico

Il modello intersistemico è un approccio integrato, basato empiricamente, in cui le interazioni tra i partner sono viste come reciproche e interdipendenti. Anche nei casi in cui c'è un'evidente "parte lesa", l'infedeltà è trattata come un fenomeno relazionale. Con l'infedeltà entrambi i partner soffrono, devono quindi attraversare un percorso di "guarigione" insieme.

Le fasi del trattamento

Il trattamento dell'infedeltà passa, tipicamente, attraverso 5 fasi, che vengono descritte dagli autori come non necessariamente sequenziali.

Fase 1: gestione e valutazione della crisi

Le coppie che hanno a che fare con l'infedeltà arrivano in terapia in crisi. Il senso di sicurezza, stabilità e controllo è stato distrutto dal tradimento e sostituito da sentimenti di rabbia, confusione, shock e negazione (Humphrey, 1987; Rosenau, 1998). I terapeuti devono essere capaci d'aiutare le coppie che lo vogliono a sopravvivere al periodo iniziale di crisi.

Fase 2: considerazioni sistemiche

L'infedeltà è spesso connessa a problemi di relazione di coppia. Comprendere le disfunzioni del rapporto non deve mirare a colpevolizzare il partner tradito, ma ad evidenziare la natura relazionale del tradimento.

Fase 3: facilitare il perdono

Il processo del perdono è spesso distrutto da incomprensioni riguardo al suo significato, perché è spesso confuso con lo scusarsi, col dimenticare o con il condonare.

Il tradito può trovare difficile perdonare. Contemporaneamente, però, non è possibile ricostruire la relazione senza perdonare. Perdono e guarigione sono spesso favoriti dalle sincere scuse del partner infedele (Couch, Jones & Moore, 1999). Il partner tradito può avere delle difficoltà ad accettare le scuse, pur desiderando farlo. Le scuse devono essere specifiche, includere il rimorso ed essere incentrate sul proprio comportamento.

Uno dei principali ostacoli al perdono è la fretta del partner infedele di chiudere la questione, considerandola passata.

Fase 4: trattare i fattori che contribuiscono all'infedeltà

La quarta fase si concentra sull'aiutare la coppia a capire i fattori sottostanti al tradimento e a solidificare la relazione in modo da ridurre future ricadute. Le aree vulnerabili della relazione vanno individuate e rafforzate.

Le aspettative deluse, secondo Fife, Weeks e Gambescia, sono un frequente motivo di infedeltà. Le aspettative possono riguardare un qualsiasi tema: sesso, denaro, ruoli, responsabilità e così via. È importante analizzarle e capire quanto e come ogni partner può o non può soddisfare le aspettative dell'altro.

Fase 5: Migliorare l'intimità attraverso la comunicazione

Una inefficace modalità di comunicazione è un grande limite per l'intimità di una coppia ed incrementa la vulnerabilità all’infedeltà. Per questo motivo, gli autori sostengono che il terapeuta debba valutare attentamente ed incrementare la capacità di comunicazione tra i partner.

Leggi la recensione completa per saperne di più e per esplorare nel dettaglio le diverse fasi del trattamento.

Pubblicato il 01/05/2009 alle ore 07:00

Condividi

Commenti

Nessun commento presente.

Aggiungi commento

aspic per gli psicologi

Aspic per gli Psicologi

Corso di Counseling e Coaching per Psicologi e Testi di sviluppo professionale per la Clinica delle Relazioni d'aiuto.

Pubblicato il 07 gennaio 2020 alle ore 13:59 da florinda [email protected] Archiviato in: Corsi, Iniziative ASPIC, Professionisti, Ricerca scientifica
lgbt

Incontro LGBT+

A Roma, un gruppo per ricevere: un momento per te dove sentirti accettato e ascoltato; la libertà di condividere ciò che più ti sta a cuore; uno spazio dove fare luce sulle tue risorse interne ed esterne; spunti dall'ascolto e dallo scambio con gli altri; una nuova prospettiva su ciò che ti succede dentro.

Pubblicato il 23 dicembre 2019 alle ore 12:00 da florinda [email protected] Archiviato in: Iniziative ASPIC

Raccontarsi per valorizzarsi

Incontri per persone dai 60 anni in su: ogni persona ha una storia unica e irripetibile; poterla raccontare le permette di ritrovare il valore che ha dentro di sé. Prenotati per il primo appuntamento che si terrà il 20 gennaio 2020.

Pubblicato il 22 dicembre 2019 alle ore 20:44 da florinda [email protected] Archiviato in: Iniziative ASPIC

Aspic Psicologia © Associazione Aspic Psicologia Responsabile: Florinda Barbuto. - Partita IVA 97873710582. Privacy Policy e cookie.
Made with oZone iQ

Informativa

Questo sito e/o gli strumenti di terze parti incluse in esso, utilizzano i cookie con finalità illustrate nella cookie policy. Accettando i cookie con il pulsante qui sotto acconsenti all’uso dei cookie.